Bando ricerca e innovazione

0
224

Nell’area download è ora disponibile il bando “Ricerca e innovazione – edizione 2015 – Misure A e B”: il bando finanzia progetti di ricerca che apportino all’azienda un beneficio in termini di innovazione tecnologica di processo e/o di prodotto (misura A) e favoriscano l’insediamento di start up innovative lombarde, italiane e straniere in incubatori lombardi certificati (misura B)

 

Finalità:

L’obiettivo è quello di avvicinare le imprese ai temi dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione, realizzando un sistema in cui i diversi soggetti dell’ecosistema dell’innovazione partecipino attivamente alla realizzazione di processi innovativi. Nello specifico, con l’iniziativa “Bando Ricerca e Innovazione 2015 – Misure A e B” si intendono incentivare interventi di sostegno per:

  • A. stimolare l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto, tramite la creazione di nuove tecnologie digitali;
  • B. supportare l’avvio di start up ad alto potenziale innovativo favorendone l’insediamento presso incubatori di imprese;

Il presente bando si concentra sugli obiettivi sopra descritti (misure A e B), mentre entro il 2015 con un successivo bando saranno sostenuti e incentivati i seguenti obiettivi:

  • C. supportare la collaborazione tra PMI e i centri di ricerca registrati nel sistema Questio;
  • D. accompagnare le imprese alla partecipazione a programmi di ricerca, sviluppo e innovazione europei, promuovendo esperienze di successo nei paesi dell’UE e favorendo la nascita e l’aggregazione di imprese;
  • E. sostenere i processi volti all’ottenimento di brevetti/modelli europei/internazionali.

Ambiti di intervento ed entità dei contributi del presente bando (Misure A e B)

  • Misura A – creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali
  • Misura B – insediamento di imprese lombarde, italiane e straniere in incubatori

Ogni soggetto richiedente potrà presentare una sola richiesta di contributo per ogni misura, fino ad un massimo di 2 richieste complessive per il presente bando.

Dotazione finanziaria

Le risorse complessivamente stanziate nell’ambito delle misure “Sviluppo digitale e incubatori”, a disposizione dei soggetti beneficiari, ammontano a € 2.000.000,00, di cui: di cui € 1.500.000 a carico di Regione Lombardia e € 500.000 a carico della Camera di Commercio di Milano.

Soggetti beneficiari

Per la Misura A, i beneficiari sono le micro piccole e medie imprese lombarde
Per la Misura B sono 3 tipologie di soggetti:

  • Start up: imprese iscritte e attive al Registro Imprese da non più di 48 mesi dalla data di pubblicazione del bando che siano in possesso di tutti i requisiti descritti nel bando per i soggetti beneficiari della misura A;
  • Aspiranti imprenditori: persone fisiche che si impegnino, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione del contributo, a costituire un’impresa (la quale deve risultare al momento della validazione in possesso di tutti i requisiti elencati nel bando per i soggetti beneficiari della misura A), divenendone legali rappresentanti;
  • Imprese straniere: imprese aventi sede all’estero che si impegnino ad insediarsi presso un incubatore lombardo tra quelli ritenuti ammissibili entro il termine indicato nel bando e di mantenere tale insediamento ai fini dell’erogazione del contributo.

Gli interventi relativi ad entrambe le misure devono essere realizzati in Lombardia e obbligatoriamente riguardare o portare un valore aggiunto a una delle tematiche o aree di specializzazione delineate nella strategia di smart specialisation: Aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile, così come meglio declinato nel bando.

Presentazione e istruttoria delle domande

Le imprese possono presentare la domanda di richiesta di contributo/voucher (per le misure A e B), obbligatoriamente in forma telematica utilizzando esclusivamente la modulistica disponibile sulla piattaforma informatica www.bandimpreselombarde.it

Per entrambe le misure, è prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Le domande possono essere presentate: dal 13 ottobre 2015 (ore 14:30)fino al momento in cui risulteranno esaurite le risorse stanziate (comprensive di quelle previste per la lista d’attesa) e, comunque, entro e non oltre il 26 febbraio 2016 (ore 12:00).

Per dettagli e informazione è possibile consultare la documentazione allegata o visitare il sito www.bandimpreselombarde.it

Per ulteriori informazioni dal 14 settembre 2015 è attiva anche la casella di posta: bandoR&I2015@regione.lombardia.it

Previous articleChocomoments Casalmaggiore
Next articleConcerto di Natale dei Solisti Laudensi
Il Distretto delle Terre del Casalasco comprende i Comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Gussola, Martignana di Po, Torricella del Pizzo, Motta Baluffi, Scandolara Ravara, Rivarolo del Re ed Uniti, Spineda, San Daniele Po, Cingia de’ Botti, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio, San Martino del Lago, Voltido. Si sviluppa entro l’area del Casalasco, un territorio dalle numerose potenzialità economiche, turistiche ed ambientali, la cui esplicazioni in termini di sviluppo e visibilità sono ancora tutte da attivare.