Ridefinire il Gioiello: la 9 edizione

0
82

Ridefinire il Gioiello: la 9 edizione.

La mostra di gioielli contemporanei torna al Museo del Bijou

con un omaggio al nodo, motivo tra i più antichi conservati nel museo. 

Dal 23 marzo al 9 giugno 2024, Ridefinire il Gioiello torna al Museo del Bijou di Casalmaggiore con 43 gioielli contemporanei progettati da artiste italiane e straniere. Un progetto arrivato alla sua 9 edizione, nato nel 2010, da un’idea della curatrice Sonia Patrizia Catena, e che negli anni è diventato un punto di riferimento nella sperimentazione materica del gioiello d’arte. Un concorso annuale che stimola la progettazione e l’ideazione di un gioiello contemporaneo il cui valore aggiunto lo fa l’idea.

Per questa edizione, Ridefinire il Gioiello ha chiesto agli artisti e alle artiste di progettare un gioiello che valorizzi la memoria delle creazioni esposte al Museo del Bijou, invitandoli ad ispirarsi ai monili più antichi conservati all’interno delle teche espositive, quelli a forma di nodo, con il fine di reinterpretarne la struttura e il significato attraverso il proprio linguaggio contemporaneo e la propria ricerca artistica. Il museo è diventato così promotore di nuove narrazioni attraverso un meccanismo capace di mettere in connessione mondi, stili, epoche e creazioni differenti: il bijou del passato in dialogo con il gioiello contemporaneo.

I gioielli selezionati propongono una vera e propria “geografia” del filo intrecciato: dallo studio formale del nodo alle trame infinite, dalla  violenza alle relazioni umane, sino al mondo naturale e alle tecniche artigianali. Monili che mescolano stili e materiali, frutto di una ridefinizione di regole e di grammatiche visive.

Ridefinire il Gioiello accoglie in ogni edizione un artista proveniente dal mondo dell’arte contemporanea per raccontare il tema del concorso. Quest’anno l’artista invitata è Marisa Iotti che, attraverso la sua grammatica visiva, ha delineato un percorso espositivo denominato “ÀNEMOS” caratterizzato da sculture, installazioni e opere di fiber art che dialogheranno con i gioielli in mostra.

Quest’anno saranno esposti, altresì, i gioielli dell’artista Patrizia Giachero vincitrice del concorso “Gioiello Contemporaneo” indetto dalla Galleria Rossini lo scorso aprile 2023 e i disegni di Carmela Barbato facenti parte della serie “Trame Mediterranee” un progetto che, attraverso l’esplorazione di antichi bijoux delle collezioni permanenti del Museo del Bijou di Casalmaggiore, indaga e reinterpreta morfologicamente il  concetto di “nodo”.

Anche per questa edizione i vincitori decretati dalla giuria riceveranno i premi speciali dai partner culturali di Ridefinire il Gioiello. I premiati avranno la possibilità di esporre a Milano presso la Galleria Rossini di Marco Rossini e a Circuiti Dinamici per il progetto wunderkammera.

Altresì un artista segnalato potrà ottenere un periodo di residenza artistica presso La Stazione degli Artisti a Gambettola grazie al festival Bosco Urban Art Project, mentre il Museo del Bijou decreterà un vincitore per un punto espositivo temporaneo all’interno degli spazi museali.

I media partner A glittering woman e alkimiyamag premieranno, invece, il proprio artista con un articolo o un’intervista dedicata. Giulia Vigo Fotografa per lo Scatto d’Autore ha scelto il gioiello dell’autrice Elena Berti – Margià come immagine ufficiale della comunicazione di questa edizione.

Ridefinire il Gioiello, dal 2010, ha coinvolto oltre 7.000 artisti che sono stati in grado di spingere la loro ricerca al di là dei confini usuali, dimostrando come il valore di un materiale è nella capacità di trasfigurare un’idea, nel renderla indossabile. In questi anni il progetto ha intercettato e al contempo stimolato il fermento creativo del gioiello contemporaneo dando vita a un circuito sinergico e in continuo movimento. La manifestazione ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere un nuovo gioiello, quello artistico, dando voce a diverse ricerche stilistiche e materiche.

IN MOSTRA

Andrea Benoni – Katalyxer, Atelier Effetti – Flavia Turone, Brigitta Petrovszki Lajszki, Chimajarno, Collezione Siku – Graziana Giunta, Cristina Croce, Cristina Lottero, de Cor produzioni, donidelmare gioielli di Emily DeVito e Roberto Coppola, Elena Berti Margià, Elena Ramaparelli, Elenadp Crea, Ellence, Elli Atelier Gioielleria Contemporanea, Ely Milano Jewelry, Erika Mazzola, FiloGioielli di Filomena Di Camillo, Francesca Romana Sansoni – Segni di terra, Gaia Descovich Jewels, Gianfranco Quartaroli – Circuiti Gioielli, GIOI Giulia Vignetti, La Chigi, Laetitia Autrand, Lamobijoux – Maurizio Mo, LeMari Riciclano, Luisa Capua – Z’Atelier, Maria Cristina Codecasa Conti – Le Troisième Songe, Michela Guatto, Monica Ungarelli, NearteNeparte art&craft di Anna Esposito, Oplà! Michela Deanesi, Paolacreart – Paola Marzoli, Paolella_Rakuecrochet di Paola Cisterni – Elena Ramparelli, Pasly – Pasqualina Tripodi, Patrizia Giachero, Roger Cavinatto, Rosalba Rombolà Gioielli, Rosella Catalano, Rovescio Pensieri d’arte di Roberta Pozzi, SilverStrass – Silvia Orani, Valentina Grotto, Vera Rossini – Cakes & Troubles

Informazioni generali:

Museo del Bijou

Via Porzio 9, 26041 Casalmaggiore (CR) – nel centro storico, a pochi passi dalla centrale Piazza Garibaldi. Tel: 0375 284424

e-mail museodelbijou@gmail.com

www.museodelbijou.it

Orari mostra:

Aperto da martedì a sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18; domenica e festivi dalle 15 alle 19

Ingresso mostra e museo: intero € 3,00; ridotto € 2,50. Gratuito per le scolaresche, i possessori dell’Abbonamento Musei Lombardia e ogni prima domenica del mese (#domenicalmuseo).

Contatti:

www.ridefinireilgioiello.com

www.instagram.com/ridefinire_il_gioiello/

www.facebook.com/ridefinireilgioiello

#ridefinireilgioiello2024

#ridefinireilgioiello9

Un progetto di: Associazione Circuiti Dinamici

 

PARTNER CULTURALI

A glittering woman

alkimiyamag

Bosco Urban Art Project

Galleria Rossini

Microbo.net

My Where

Giulia Vigo Fotografa

Previous articleDalla parte delle bambine
Next articleL’Inferno di Dante nel dialetto di Vicobellignano
Le Terre Casalasche
Il Distretto delle Terre del Casalasco comprende i Comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Gussola, Martignana di Po, Torricella del Pizzo, Motta Baluffi, Scandolara Ravara, Rivarolo del Re ed Uniti, Spineda, San Daniele Po, Cingia de’ Botti, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio, San Martino del Lago, Voltido. Si sviluppa entro l’area del Casalasco, un territorio dalle numerose potenzialità economiche, turistiche ed ambientali, la cui esplicazioni in termini di sviluppo e visibilità sono ancora tutte da attivare.