LILI ELBE SHOW

0
442

Stagione 2022-2023
Teatro Comunale di Casalmaggiore

Sabato 11 febbraio 2023, ore 21.00
(Informazioni e prenotazioni Tel. 0375 284496)

RIVA & REPELE
LILI ELBE SHOW
Coreografia Simone Repele e Sasha Riva
Danzatori Sasha Riva, Simone Repele, Nadika Mohn, Jamal Callender, Christine Ceconello

Costumi Francesco Murano

Musiche J.S.Bach, D.Haugaard, V.Wesenlund, Folkstow, Adamson & Vaggvisor,
D.Lang, Everando, I.Nielsen, Antony & The Johnsons, M.Richter

Una coproduzione Riva & Repele, Daniele Cipriani Entertainment e
Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano

CASALMAGGIORE – Liberamente tratto dalla vita dell’artista transgender Lili Elbe, icona dei diritti civili, che ispirò il celebre romanzo divenuto film “The Danish Girl”, è lo spettacolo di danza “Lili Elbe Show” in scena al Teatro Comunale di Casalmaggiore sabato 11 febbraio 2023 alle ore 21, coreografia di Simone Repele e Sasha Riva, con i danzatori Sasha Riva, Simone Repele, Nadika Mohn, Jamal Callender, Christine Ceconello, una coproduzione Riva & Repele, Daniele Cipriani Entertainment e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, nuovo appuntamento della Stagione 2022-2023, diretta da Giuseppe Romanetti, realizzata dal Comune di Casalmaggiore, con il sostegno della Regione Lombardia.

Una storia vera. Una vicenda privata e intima che, in realtà, appartiene a ognuno di noi. Un racconto apparentemente lontano ma in realtà più vicino di quanto possa sembrare grazie all’interpretazione e alla scrittura coreografica di Sasha Riva e Simone Repele che, sulle musiche di J.S.Bach, D.Haugaard, V.Wesenlund, Folkstow, Adamson & Vaggvisor, D.Lang, Everando, I.Nielsen, Antony & The Johnsons, M.Richter, esplorano il demone dell’insoddisfazione umana, il bisogno di accettazione che ognuno di noi pretende da se stesso e quel senso di inadeguatezza che spesso prende il sopravvento.
È la storia del pittore paesaggista Einar Wegener e della moglie, la ritrattista Gerda Wegener: viaggio di trasfigurazione e di metamorfosi, oggi interpretato attraverso la magica lente della danza e della coreografia, dopo essere stata affrontata nel libro e nel film “The Danish Girl”.
Nella narrazione chiara e leggibile, caratteristica peculiare delle pièce di Riva & Repele, si affacciano in Lili Elbe Show due piani di realtà: il racconto della vicenda di Einar che, nell’ansia di ricerca della propria identità diventerà Lili e il livello della fiaba, degli “spiriti”, dei “fantasmi” che intorno a Lui/Lei si aggirano. Una “petite femme fatale” scolpisce fin dall’inizio l’anima nuda di Einar ma è anche l’immagine della figlia desiderata che Gerda e Einar non sono mai riusciti a concepire seppure spinti da un profondo e controverso desiderio di genitorialità. Sulla scena una cornice senza specchio rappresenta uno “stargate”, un passaggio segreto che porta a questa dimensione altra, dove si scatenano le visioni dei sogni e dove la “petite femme” è già Lili: sagoma fedele delle emozioni più intime di Einar.
La cornice riprende quindi anche la figura forte e carismatica di Gerda che, compassionevole, sostiene il marito nella ricerca e nell’affermazione della sua identità finale: è lei l’artista che sulla tela ha saputo disegnare l’immagine esatta di Einar vestito da donna e sono proprio questi i quadri che l’hanno resa famosa. L’altra figura senza nome, ma dalla forte connotazione maschile, è lo stereotipo del sesso forte che incarna il desiderio: quello che dovrebbe esserci, quello che in questa vicenda prende forme inaspettate, quello che sottolinea la spinosa “differenza”. Il pittoresco narratore, deus ex machina, è l’incarnazione dell’estro artistico di Einar e Gerda e del destino che si compie: lui sa già quale sarà il finale. Einar seduto su una sedia rotelle, aiutato da tutti i personaggi che si vestono di camice bianco e strumenti operatori, trasforma la morte in metamorfosi. Con struggente ironia e gusto impeccabile, Einar lascia dunque la scena a Lili che è finalmente pronta per il suo sfavillante Show.

Guarda qui il trailer

Durata 60 minuti.
Prezzi dei biglietti Platea e Palchi € 20,00 / Ridotti e Loggione € 15,00 / Biglietto cortesia € 10,00.

Informazioni e prenotazioni
Centro Servizi al Cittadino del Comune
Piazza Garibaldi 26, tel. 0375 284496
email csc@comune.casalmaggiore.cr.it
lun./merc./ven. ore 10.00-12.30
mart./giov./sab. ore 8.30-12.30

Acquisto biglietti tramite Internet: fino a 24 ore prima di ogni spettacolo viene messo
a disposizione del pubblico un quantitativo di biglietti per l’acquisto sul sito www.vivaticket.it.

Teatro Comunale di Casalmaggiore
Via Cairoli 57 – Casalmaggiore Tel. 0375 200434
teatro@comune.casalmaggiore.cr.it – www.teatrocasalmaggiore.it
FB @TeatroComunaleCasalmaggiore – Ig @teatrocasalmaggiore

Ufficio Stampa Raffaella Ilari
e-mail raffaella.ilari@gmail.com

Previous articleFURIOUS MINGUS REVISITED
Next articleL’Ultima Estate. Falcone e Borsellino 30 anni dopo
Le Terre Casalasche
Il Distretto delle Terre del Casalasco comprende i Comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Gussola, Martignana di Po, Torricella del Pizzo, Motta Baluffi, Scandolara Ravara, Rivarolo del Re ed Uniti, Spineda, San Daniele Po, Cingia de’ Botti, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio, San Martino del Lago, Voltido. Si sviluppa entro l’area del Casalasco, un territorio dalle numerose potenzialità economiche, turistiche ed ambientali, la cui esplicazioni in termini di sviluppo e visibilità sono ancora tutte da attivare.