S-Legami Dal Gioco, la mostra fotografica

0
255
S-Legami dal Gioco
S-Legami dal Gioco

S-Legami dal Gioco. Presso la sede dell’Associazione Pro Loco, fino a sabato 21 maggio sarà allestita la mostra fotografica S-Legami dal Gioco una mostra che fa riflettere sulle tematiche del gioco d’azzardo e sulle Ludopatie che possono affliggere tutti.

In mostra ci sono i premiati del concorso fotografico nazionale associato e coloro che hanno partecipato al concorso, creato con la collaborazione con il Con.Ca.S.S. e i Comuni di Gussola e Casalmaggiore.

Ecco di seguito il bando e i propositi del concorso comunicati in fase di presentazione: il Comune di Gussola, in collaborazione con il Consorzio Casalasco Servizi Sociali e il circolo Fotografico Fotocine Casalasco di Casalmaggiore, organizzano il primo concorso sul tema S-legami dal gioco – progetto di prevenzione al gioco d’azzardo patologico. IL TEMA: S-legami dal gioco Siamo circondati da messaggi che ci invitano costantemente a giocare, nella promessa che primo o poi la fortuna ci toccherà. Il gioco d’azzardo, oggi “tanto di moda” in tutte le sue forme (dai “gratta e vinci” alle slot machines) di fatto tocca una vasta fascia di popolazione. Ma dietro al gioco d’azzardo ci sono strategie di marketing e processi di assuefazione che possono creare una vera e proprio dipendenza. Per molti il gioco d’azzardo rappresenta un modo per rilassarsi e divertirsi e vi è poca consapevolezza che oltrepassando i limiti può diventare una vera e propria dipendenza, con la possibilità di generare considerevoli problemi (economici, famigliari, di dipendenza e solitudine, ecc…) Alla base di questo progetto vi è la convinzione che il gioco d’azzardo non sia un Gioco. Il gioco dovrebbe essere un’azione libera, che unisce invece di dividere, che diverte invece di preoccupare, infantile e magico invece che vietato ai minori. Il gioco mette in campo abilità oltre alla fortuna, il proprio tempo libero, la propria creatività e non calcoli probabilistici. Il gioco crea legami positivi con se stessi e soprattutto con gli altri, non crea solitudine e problemi. Il gioco non è scommessa ma è un impegno che crea sicurezza. Il gioco risponde agli interessi del giocatore e non agli interessi di chi fa giocare. Il gioco crea alternative, non prigioni, libera dall’ansia, non l’alimenta. Insomma l’idea di questo concorso è quello di mettere a fuoco i vari aspetti del gioco, usando il linguaggio fotografico per indagare e rappresentare ciò che del gioco in generale può essere inteso e vissuto come azione ludica, ricreativa e sociale (il gioco buono) e il gioco d’azzardo, con tutte le sue specificità, che invece può diventare una ludopatia. Da questi pensieri nasce il senso del titolo del progetto: Slegami dal gioco patologico, legami al gioco buono, quello che fa bene ad ogni relazione, ad ogni individuo e ad ogni comunità.

S-Legami dal Gioco

Previous articleQuante storie racconterellando
Next articleCUBICI: cultura, cibo e bici a Isola Dovarese
Le Terre Casalasche
Il Distretto delle Terre del Casalasco comprende i Comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Gussola, Martignana di Po, Torricella del Pizzo, Motta Baluffi, Scandolara Ravara, Rivarolo del Re ed Uniti, Spineda, San Daniele Po, Cingia de’ Botti, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio, San Martino del Lago, Voltido. Si sviluppa entro l’area del Casalasco, un territorio dalle numerose potenzialità economiche, turistiche ed ambientali, la cui esplicazioni in termini di sviluppo e visibilità sono ancora tutte da attivare.