Colpire nel segno – Museo Diotti

Colpire nel segno

Colpire nel segno: sabato 16 aprile alle 18.00 si inaugurerà la nuova mostra al Museo Diotti, in via Formis 17, dal titolo “Colpire nel segno. Un secolo di grafica pubblicitaria nella bassa” e sarà visitabile fino a domenica 19 giugno.

Questa nuova mostra del Museo intende offrire una panoramica sintetica ma efficace di un genere, quale la grafica pubblicitaria, che ha avuto nel corso dell’ultimo secolo una crescita esponenziale, legata alle trasformazioni della società, dell’economia, della comunicazione e dei suoi strumenti.

In questo ambito il territorio della Bassa è stato ed è caratterizzato dalla presenza di personalità di sicuro interesse. Una prima sezione della mostra è dedicata agli autori “storici” attivi nella prima metà del Novecento: sono qui presenti opere di Aldo Mario Aroldi, Tino Aroldi e Goliardo Padova (che a metà degli anni ’50 istituì anche a Casalmaggiore un corso di grafica pubblicitaria presso la Scuola di disegno “Bottoli”) oltre che del più rinomato Marcello Nizzoli di Boretto (che rappresentò per tutti un modello e un riferimento imprescindibile), di Vando Tapparini di Dosolo e di Gino Pelizzola di Viadana.

A questa prima di generazione di artisti che si applicarono alla pubblicità, ma che restarono pittori o incisori di formazione e di vocazione, sono seguiti in epoca più recente professionisti di formazione sempre più specifica e settoriale, il cui modo di lavorare è nel frattempo mutato profondamente: al pennino, al pennello e all’aerografo i nuovi graphic designer hanno sostituito infatti la fotografia e le tecniche digitali.

Accanto ai singoli Autori, ampio spazio è riservato in mostra ad alcune delle principali Aziende del territorio e all’immagine con cui nel tempo esse hanno scelto di presentarsi sul mercato.

Intorno ad un oggetto simbolo quale il “grande pennello” che fu protagonista di un fortunato spot televisivo, sono qui raccolti materiali svariati: cataloghi, inserti per riviste, manifesti, packaging, gadget.. Una sezione a sé è riservata alle industrie del comparto agroalimentare, mentre conclude la mostra una sezione collaterale dedicata ai materiali prodotti dal territorio per la promozione di eventi (fiere, mostre, sport e spettacoli).

Mostra a cura di Valter Rosa; Selezione materiali contemporanei: Armando Chitolina e Antonella Pizzamiglio; Organizzazione: Armando Chitolina e Roberta Ronda; Apparati: Lucia Miodini.

Orari di apertura

da martedì a venerdì, 8:00-13:00; sabato e festivi 15:30-18:30

Biglietti e info

Ingresso (museo e mostra):

€ 3,00 intero

€ 2,50 ridotto; gratuito scolaresche

Ingresso gratuito per tutti ogni prima domenica del mese per l’iniziativa Ministeriale #DomenicalMuseo.

Sito web: www.museodiotti.it

Indirizzo mail: info@museodiotti.it

Pagina Facebook: facebook Museo Diotti

Telefono: 0375 200416